Tanti auguri, Gigi. Non mi è mai riuscito di non considerarti il numero uno.

RICCARDO LORENZETTI

Buffon rimane quello della parata su Zidane.
Tempi supplementari con la Francia, finale di Coppa del Mondo 2006.
Il colpo di testa di Zizou fu preciso e letale: e quel portiere in maglia giallo-dorato apparve bellissimo nel volo fulmineo che lo alzò sopra la traversa…. E chi mastica un pochino il calcio capì, in quel preciso istante che avremmo vinto noi.

Buffon ne ha fatte altre di parate, ovviamente.
Ma quella è probabilmente la più bella: e se non la più bella, la più importante. Quella che vale una carriera: e una fotografia che rimane nella storia.
Un pelino sotto la rovesciata di Parola e la borraccia di Coppi e Bartali (che sono irraggiungibili)… Ma alla pari con l’abbraccio Riva-Rivera all’Azteca, Zoff che para sulla linea di porta al 92’ al Sarrià e Matk Hateley che vola nel cielo di San Siro, su Collovati.

Buffon, dall’alto del suo prestigio, ha…

View original post 469 altre parole